Parecchi i km in bici per il tragitto casa-lavoro

Città Comunicato stampa newsletter Primo piano

OSMOCI: quota 100 superata anche nell’ambito “Città”, di ricognizione per quanta riguarda soprattutto le infrastrutture ciclo viarie. Difficile ovviamente aspettarsi altro dagli stabilimenti balneari. Interessante il dato che viene dal comparto del trasporto treno+bici che ha superato la soglia di 50 questionari, mentre abbastanza stabile a 20 l’ambito “aziende”. Non decolla la ricognizione presso i supermercati che in effetti, tranne NaturaSI e SI Ecostore, non hanno praticanente aderito. Il sondaggio sarà comunque disponibile fino alla fine di novembre.

Ad una prima lettura, tra l’altro possibile in tempo reale dal menù “ambiti” del sito, si può notare l’interessante dato di oltre il 25% relativo al possesso di una bici a pedalata assistita, mentre tutto il resto è muscolare. Curiosamente non sono rilevate bici in bike sharing. Dato utile da registrare, anche se scontato, è quello relativo ai luoghi di partenza e arrivo, che sono essenzialmente casa propria e la sede di lavoro.  Altro dato interessante, ma questa è una conferma, è il numero dei km percorsi per ogni spostamento, che si attestano alla pari tra 5 e 10, che sono una interessante distanza, poi seguono i 3 km e quindi 20, per coloro che evidentemente si spostano anche fuori dai confini amministrativi della città.

Condividi con: